News



Benvenuti nel paradisiaco “Lago di Braies”

Lo spettacolo che il lago di Braies offre ai suoi visitatori è sicuramente unico. La bellezza mozzafiato delle Dolomiti, è stata per decenni una delle mete turistiche più popolari in Europa.

Il lago è un punto di partenza ideale per numerose escursioni nel parco naturale Fanes-Sennes-Braies. Qui potrete vivere sulla vostra pelle il fascino delle montagne che non per nulla sono state dichiarate nel 2009 Patrimonio Universale dell’Umanità.

Non ci sono parole per descrivere la sua diversità, la sua bellezza e il fascino dei suoi colori. Chiunque ha l’opportunità di visitarlo, di certo non lo dimenticherà mai.

Trascorrere le vacanze al Lago di Braies è un’usanza con una lunga tradizione. Immergersi nella natura, scoprire il lago e le montagne circostanti nonché godere dei piaceri della buona tavola erano esperienze indimenticabili già nel secolo scorso. Capita di frequente che i villeggianti in cerca di ristoro di oggi non siano altro che i ragazzini bramosi di vacanza di un tempo.

Anton Schwingshackl disse: “ Se leggo di lui, mi faccio attento, se scrivo di lui, mi sostiene la mia fantasia. È il primo che vidi fra tutti i laghi di montagna, ero ancora ragazzino, e sarà l’ultimo che dimenticherò. Il Lago di Braies è così vario e così bello sotto tutti gli aspetti; è così mutevole nelle sue attrattive che nessuna pubblicità lo saprà mai descrivere com’è veramente. Nessun fotografo sarà in grado di scattarne un’immagine perfetta di esso”.



Escursioni sul Lago di Braies
  


Croda del Becco – 2810 m
Sentiero n. 1 tempo fino al rifugio Biella (2327m) è di circa 3-3 ½ (fino alla croce sulla cima ancora 1 ora e ¾ .
Percorso: Buco del Giavo, Forno, Porta Sora al Forn, Rif. Biella, Croda del Becco (Discesa per lo stesso percorso).
Camminata facile, ma faticosa. Per raggiungere la cima è necessario passo sicuro. Panorama fantastico
Dislivello: 1320 m.

Val Foresta e Lago dei Colli Alti (S.Vigilio), punto più alto 2252 m
Sentiero n. 19 tempo 5 ½ - 6 ore (inclusa discesa), fino a S.Vigilio 6-6 ½ ore.
Percorso: Malga Foresta, Casera Vecchia, Tabiai dei Colli Alti, Lago dei Colli Alti (discesa sullo stesso sentiero oppure verso San Vigilio)
Escursione lunga, ma non particolarmente faticosa. Natura intatta nella Val Foresta con Tabiai dei Colli Alti e Lago dei Colli Alti.
Dislivello: 760 m.



Biografia di “Emma Hellensteiner”
  

Fondatrice dell’ Hotel “Lago di Braies”

Il libro di Hans- Günter Richardi ripercorre la vita della famosa “Signora Emma” nel 110° anniversario della sua morte. Emma Hellensteiner non fu solamente la leggendaria padrona di casa ma fu colei che gettò le basi del turismo in Alta Pusteria e colei che con l’aiuto del figlio Edward fondò l’Hotel Lago di Braies. Infine, è stata proprio la “Signora Emma” ad essere proclamata unico membro femminile del Club Alpino delle Dolomiti, e ad avere riconosciuto l’importanza del treno per lo sviluppo del turismo nelle Dolomiti.

La biografia “La padrona di casa. La vita di Emma Hellensteiner”.



Filmserie „Un passo dal cielo“
   

Anche quest’anno Terence Hill in veste di Pietro, custode del mondo della natura, porterà ancora una volta il pubblico di Rai Uno alla scoperta dei territori magici dell’ Alto Adige con la terza edizione della serie “Un passo dal cielo” di cui a breve inizieranno le riprese nello spettacolare scenario naturale del Lago di Braies.



„La montagna silenziosa“
   

Per il film austro-italiano-americano che uscirà nelle sale quest’anno (2014), sono state girate alcune scene proprio al Lago di Braies. Il film racconta una storia d’amore avvincente ambientata nel magnifico panorama delle Dolomiti durante l’inizio della Prima guerra mondiale. I personaggi principali sono William Moseley, Claudia Cardinale ed Eugenia Costantini; Direttore Ernst Gossner.



La chiesetta dell'albergo "Lago di Braies"
   
 
La chiesetta é uno dei motivi più affascinanti del Lago di Braies. É stata costruita in mondo da inserirsi perfettamente nell'ambiente montano. La tonalità della pietra crea una naturale continuazione tra la Croda del Becco ed i muri della cappella e dell`albergo.

La chiesetta è stata costruita secondo i piani dell'architetto Otto Schmid, che ha progettato anche l'albergo. Era la cappella privata della famiglia Hellenstainer e viveniva celebrata la S. Messa per gli ospiti dell'albergo. Fu consacrata il 3 luglio 1904.

La cappella é dedicata alla Madonna Addolerata e dopo l'arrivo degli ostaggi e prigionieri speciali delleSS al Lago di Braies fu teatro di un avvenimento commovente.

Il 1° maggio 1945 i prigionieri tornati liberi si trovarono nella chiesetta per seguire la funzione mariana, pregando ed attingendo nuova speranza di vita. Fey von Hassell, figlia dell'ambasciatore Ulrich von Hassell, giustiziato a Plötzensee, nelle sue memorie sulla prigionia nelle mani delle SS ricorda l'avvenimento con le seguenti parole:

"Il prelato Neuhäusler, giunto anch' egli come detenuto a Dachau, volle celebrare una messa nella chiesetta. Durante la sua essenziale e toccante omelia ringraziò il Signore per la sua protezione e perl'insperata salvezza. Questa chiesetta di montagna cosi lontana dal mondo era proprio il posto giusto per una messa di ringraziamento, che tutti noi abbiamo vissuto nel profondo del cuore."
 
 
 Foto: La chiesetta dell'albergo "Lago di Braies" © Caroline M. Heiss

Sala Merano

Quest' anno abbiamo restaurato la "sala Merano". Sono stati aggiornati gli affreschi, che riportó il noto pittore alto atesino Hugo Atzwanger nel 1930. Inoltre sono stati scoperti degli affreschi originali del 1899, su cui si possono ammirare i castelli della Alta Pusteria.
 
 
Foto: Sala Merano e uno castello della Alta Pusteria © Caroline M. Heiss


Hotel Lago di Braies - Via San Vito, 27 - 39030 Braies - Alto Adige - Italia
Tel. +39 0474 748602 - E-Mail:  hotel@lagodibraies.com
Part. IVA IT00689200210