arrow-down

Dalle escursioni al bagno e molto di più

Chi è coraggioso e fa un tuffo in acqua? Il lago di Braies è un lago alpino a ben 1.496 m. s.l.d.m. La temperatura dell’acqua raggiunge appena i 15° d’estate. L’aria è limpida e la notte fresca, per cui ne godono da sempre le persone che soffrono il caldo, che fuggono dalla città in cerca di refrigerio nei monti. Che cosa vi piacerebbe? Fare il giro del lago, o un giro in barca, leggere un libro in riva al lago, salire in quota nei giorni più caldi, andare alla ricerca di fiori e classificarli e bere acqua di fonte purissima. Alcune gite escursionistiche più belle iniziano al lago come p. es. a Prato Piazza oppure attorno al Monte Nero di Braies. Provate a cimentarvi con la ferrata sulla Cima dei Colli Alti oppure l’ascensione alla cima della Croda del Becco, del Monte Cavallo o al Picco di Vallandro. Troverete escursioni alpine ben descritte sotto: https://www.braies.org/cosa-fare/escursioni/

Troppo bello per essere vero. Saghe e favole estive sul lago.

La stessa origine del lago è legata alle storie della montagna. I geologi spiegano che due morene gigantesche precipitarono nella valle bloccando l’acqua. I cantastorie raccontano che i selvaggi delle montagne liberarono le sorgenti quando i pastori cercarono di rubare il loro oro.

Comunque sia, nelle notti in cui non riuscite a prender sonno, guardate fuori dalla finestra. Forse scorgerete una barca con due donne a bordo. Secondo la saga, nelle notti di luna piena, ai piedi della Croda del Becco si apre una soglia e la regina dei Fanes con la figlia Luianta scivolano sul lago per sentire se finalmente le trombe d’argento annuncino la rinascita del regno dei Fanes che fu così potente in passato. C’è bisogno di ulteriori dimostrazioni che questo paesaggio è fatato?

Click Away for Happiness